Gabbia, Griglie e Layout: costruire un design solido

 

Il segreto di un buon design sta nel modo in cui i suoi elementi sono organizzati nello spazio. Gabbie, e griglie sono strumenti essenziali della progettazione grafica. Qualsiasi progetto ha bisogno di avere una struttura a cui “ancorarsi” e se nell’architettura vengono usati cemento e travi di acciaio, nel mondo del graphic design sono le griglie a fare da scheletro portante. 

In questo articolo ti mostreremo come l’utilizzo delle griglie di layout ti aiutino a produrre design molto più professionali dando al tuo progetto una struttura ben definita ed un ritmo coerente. Vedremo anche alcune regole ed esempi utili e come costruire una gabbia in modo ottimale.

 

La gabbia fa da struttura portante, senza la quale il tuo design crollerebbe o perlomeno apparirebbe instabile e poco armonico dal punto di vista dei pesi, delle forme e degli spazi.

Purtroppo, non tutti i grafici utilizzano le gabbie e le griglie di layout, in particolare quelli auto-didatti. Molti pensano che siano superflue nel progettazione, ma non è così, per diversi motivi. Qualsiasi sia il tuo progetto, è fondamentale che venga impostato nel modo corretto, secondo una gabbia ragionata. Il fatto che spesso non venga utilizzata è il motivo per cui si vedono spesso progetti con allineamenti errati e che risultano sbilanciati. 

Un altro vantaggio non da poco dell’utilzzare una gabbia è il risparmio di tempo nella progettazione. La gabbia diventa una sorta di linea guida, che ti aiuta a progettare più in fretta, in quanto limita in parte il tuo processo decisionale, indicandoti un punti specifici a cui ancorare i vari elementi sulla pagina. Inoltre, su impaginati di più pagine aiutano anche a mantenere una certa coerenza nell’impaginazione. Così facendo, vedrai che il tuo progetto rimarrà molto più pulito e ben organizzato e strutturato.

Bene, dopo questa premessa entriamo nel dettaglio e capiamo che cosa si intende con griglia di layout!

 

Che cos’è una griglia di layout?

Una griglia o gabbia è una struttura di linee verticali ed orizzontali, creata per suddividere ed organizzare lo spazio di lavoro. Indipendentemente dalle sue dimensioni o dalla tipologia, è composta da: 
  • Margini: ovvero gli spazi vuoti ai lati del formato; la scelta della loro dimensione è molto importante, perchè i margini conferiscono alla pagina una forma generale, individuando lo spazio dedicato al contenuto, in cui andare ad inserire i vari elementi.
  • Colonne: suddividono la gabbia in senso verticale e sono le aree di spazio che si vengono a creare tra linee verticale della griglia; possono essere di eguale larghezza, oppure no, dipende dal tipo di gabbia che si vuole impostare. Lo spazio tra le colonne è definito gutter.
  • Linee di flusso: sono le linee orizzontali che suddividono in questo senso la gabbia.
  • Moduli: i piccoli blocchi che si creano tra la suddivisione verticale e quella orizzontale.

 

Tipologia di Griglie

Il modo in cui imposti la griglia può fare una bella differenza sull’aspetto finale del tuo design, quindi sapere quale tipologia di gabbia scegliere per impostare al meglio il lavoro è molto importante. Vediamo quindi i principali tipi di griglie di layout utilizzate dai graphic deisgner:

1.  Griglia a colonne

La griglia a colonne è forse quella più comunemente utilizzata. Questo tipo di gabbia può rivelarsi uno strumento utile per organizzare e uniformare la modalità di comunicazione quando, come contenuto, si ha una serie di materiali eterogenei. Le colonne si possono usare in modo indipendente per inserire i contenuti, oppure combinandole tra loro per creare colonne più ampie. Colonne e margini più ampi lasciano più respiro all’interno della pagina.

007_img1

 

Come usarla. Il nostro consiglio è quello di stabilire il numero di colonne in base al formato che hai a disposizione; più la larghezza della tua pagina è ridotta e meno colonne dovresti fare. Questo perchè, colonne troppo strette comportano righe di testo troppo brevi che ne renderebbero difficile la lettura. La lunghezza ottimale di una riga di testo è di 50-60 caratteri per riga, ma è solo un’indicazione, non una legge. Un altro consiglio è raddoppiare il numero di colonne che, in genere utilizzeresti, per aumentare la flessibilità del tuo design. Così facendo, avrai più “punti” a disposizione a cui allineare i testi, piuttosto che immagini o elementi grafici; unisci le colonne tra loro per creare diverse composizioni, tenendo a mente per le righe di testo di non scendere sotto una certa larghezza. La tua pagina apparirà subito più movimentata, ma allo stesso tempo equilibrata. 

 

2.  Griglia modulare

Tipo di gabbia suddivisa sia verticalmente che orizzontalmente in parti uguali. Questa combinazione genera una serie di piccole aree di contenuto chiamate “moduli”, che è possibile unire tra loro in senso orizzontale o verticale creando innumerevoli aree di spazio di varie dimensioni, da utilizzare in modi diversi “infrangendo” qualche regola.

007_img2

 

Quando usarla. Questo tipo di gabbia è particolarmente utile nel caso di impaginazioni complesse quando ci sono più elementi da organizzare, perchè dà la possibilità di organizzare lo spazio suscitando un senso di ordine e razionalità matematica. I moduli che si creano governano la disposizione e il taglio delle immagini e del testo. 

 

Griglia delle linee di base

Oltre alle due tipologie precedenti, bisogna nominare anche la griglia delle linee di base. La griglia delle linee di base è una serie di linee equidistanti sulle quali appoggia il testo, proprio come quelle dei quaderni di scuola, che ci aiutavano a scrivere in modo ordinato. Il concetto, infatti, è proprio lo stesso; la griglia di linee è una sorta di impalcatura che sorregge il testo e aiuta a mantenerlo allineato tra i vari blocchi o colonne. 

007_img3

 

Perchè usarla?  L'uso di una griglia di base dà un ritmo fluido al testo, rendendo la lettura (e la vista) più piacevole per il lettore. Comporre il testo allineandolo alla griglia delle linee di base, inoltre, consente di avere una spaziatura uniforme tra le righe. La distanza tra le righe di testo è misurata in punti tipografici ed è  in genere  in base al corpo e all'interlinea per ottenere un blocco di testo compatto e bilanciato. 



Ricapitolando, le griglie di layout aiutano i designer a posizionare gli elementi su di una pagina, portando un certo ordine nel caos; sono l’unico modo per assicurarsi che ogni elemento grafico, testo o immagine sia allineato perfettamente e limitano il processo decisionale durante la progettazione rendendo le scelte più semplici e immediate.

Una buona gabbia giocherà un ruolo cruciale nella riuscita del tuo progetto, in qualsiasi ambito del graphic deisgn tu lavori. Sperimenta muovendo gli elementi sulla griglia fino a trovare il giusto equilibrio sulla pagina, e ricorda quanto sia fondamentale utilizzarla perchè tiene insieme il progetto e gli dà coerenza. Al prossimo articolo!

Successivo